Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione C > Beata Chiara Bugni Condividi su Facebook Twitter

Beata Chiara Bugni Badessa

17 settembre

Venezia, 4 ottobre 1471 - 17 settembre 1514


Bianca Bugni nacque il 4 ottobre 1471 a Venezia.  Rimasta orfana in tenera età visse una vita di raccoglimento, preghiera e penitenza tra le mura di casa.
All’età di diciotto anni decise di entrare tra le suore del Terz’ordine Regolare Francescano, nell’ospedale cittadino del Santo Sepolcro e assunse il di Chiara.
In convento, anche se era di salute cagionevole, era ligia alla disciplina religiosa del monastero.
Suor Chiara Bugni aveva una devozione particolare per la Passione di Cristo, tanto da decidere di passare parte del suo tempo in lunghe veglie notturne, di sottoporsi frequentemente al digiuno e alla pratica della flagellazione.
In monastero ebbe doni straordinari. Visse lo sposalizio mistico, attraverso estasi frequenti fu consolata dall’apparizione di Gesù e la Madonna ed ebbe il dono delle sacre stimmate.
Suor Chiara Bugni, godette della stima di molti suoi contemporanei, tra cui il cardinale Domenico Grimani protettore dell’ordine francescano e già patriarca di Venezia e del patriarca Antonio Suriano, che ne approvarono le manifestazioni mistiche. Godette anche della stima di Santa Caterina de’ Ricci. Inoltre, i dogi veneziani Nicolò Giustinian e Loredano Loredan si rivolsero a lei per ottenere preziosi consigli e per affidarsi alle sue preghiere.
Nel 1504 fu eletta superiora del monastero a pieni voti. Nel 1511 le consorelle volevano riconfermarla nella carica a pieni voti, ma il ministro provinciale dei Minori impose alla comunità l’elezione di una superiora diversa da Chiara Bugni, perché fu accusata di turbare la quiete comune della comunità per la sua pietà e la sua rigida osservanza alle regole monastiche.
In quell’occasione gli vene imposto di scegliere tra l’abbandono del chiostro  la reclusione in una cella remota, separata dalla sua comunità.
Suor Chiara decise di accettare la segregazione e trascorse, in messo a indicibili sofferenze ma nella più totale intimità con Dio, gli ultimi due anni della sua vita.
Suor Chiara Bugni morì il 17 settembre 1514 e fu sepolta in una tomba comune.
Grazie alla venerazione delle monache e anche di molti veneziani, qualche anno dopo i suoi resti vennero traslati nel coro del chiostro.
Nel martirologio francescano, la beata Chiara Bugni è ricordata e festeggiata nel giorno 17 settembre.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-05-23

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità