Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Testimoni > Don Petr AleksandroviČ DemíjanoviČ Condividi su Facebook Twitter

Don Petr AleksandroviČ DemíjanoviČ

Testimoni

17 luglio 1869 - 23 aprile 1945


Padre Petr nasce il 17 luglio 1869 nel villaggio Velikii Bereznyj, nella famiglia di un sacerdote greco cattolico. Frequenta il ginnasio nella città di Uěgorod, entra nel seminario diocesano della stessa città e viene ordinato sacerdote il 23 settembre 1894 dal vescovo greco cattolico Julij Fircak. Svolge i suoi primi anni di ministero sacerdotale come cooperatore nella città di Mukačevo e nel 1895 è insegnante di religione sempre nella stessa città. Nel 1940 è nominato parroco nella città di Rachov e vi rimane per 4 anni.
Nel 1935, quando i lavoratori impegnati nel taglio degli alberi scioperano per ottenere un miglioramento della loro situazione materiale, padre Petr, dopo aver ottenuto l’autorizzazione dal vescovo, intercede presso le autorità locali perché vengano tenute in considerazione le richieste degli operai. Si raggiunge un accordo, gli operai riprendono il lavoro e padre Petr viene gratificato con l’onorificenza della “Croce della difesa popolare”. In più nel 1942 è nominato deputato nel parlamento del governo ungherese.
Dopo il ritorno dell’Armata Rossa, il 2 febbraio 1945, il difensore del popolo, naturalmente, viene arrestato e condannato alla pena capitale per “spionaggio e attività antipopolari”. Il 23 aprile 1945 padre Petr Dem’janovič, gravemente ammalato, viene fucilato nel letto.
Il vescovo Feodor Roměa intercede presso Ivan Vaš, primo segretario del comitato provinciale del partito comunista, di poter celebrare le esequie del canonico padre Petr Dem’janovic, “condannato benché innocente”. Ivan Vaš risponde: “Non posso acconsentire alla sua richiesta a proposito del condannato spione Dem’janovic, perché potrebbe suscitare lo sdegno del popolo lavoratore”.
Padre Petr viene riabilitato il 22 febbraio 1991.
La moglie di padre Petr, Elena Šuba, dopo la condanna del marito, privata di ogni avere e impossibilitata di trovare un lavoro, perché moglie di un nemico del popolo, trova accoglienza presso la figlia nella città di Debrecen (Ungheria) dove muore nel 1960.


Fonte:
www.russiacristiana.org

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-05-11

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità