Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Serva di Dio Maria Virginia Vaslin Condividi su Facebook Twitter

Serva di Dio Maria Virginia Vaslin Religiosa e fondatrice

.

Joubardière di Vancé, Francia, 28 aprile 1820 – Blois, Francia, 10 ottobre 1873

Fondatrice delle Suore Francescane Serve di Maria.



Nascita, infanzia e primi dolori
Maria Virginia (MarieVirginie) Vaslin nacque il 28 aprile 1820 nella frazione di Joubardière, di Vancé, sulle rive della Loira, in diocesi di Le Mans (Sarthe), in una famiglia di modeste condizioni economiche. Era la quarta figlia di Alexis Vaslin.
Aveva solo dieci anni quando nel 1830 morì sua madre, e Maria Virginia dovette andare a prestare il suo servizio nella fattoria di Louptière di proprietà ella famiglia Daguereau. Accolta dai proprietari della tenuta, si occupò delle faccende domestiche.
Maria Virginia grata alla signora Daguereau per l’accoglienza, continuava a ripetere che sarà diventerà grande restituirà agli altri tutto quello che aveva ricevuto in quella casa.

Religiosa tra le Suore della Provvidenza del Sacro Cuore di Gesù

Attraverso un cammino di riflessione e di preghiera, e su consiglio del parroco che era il suo confessore, M. Gilbert, all’età di diciannove anni, decise di entrare in una comunità delle Suore della Provvidenza del Sacro Cuore di Gesù, a Saint-Rémy d'Auneau, diocesi di Chartres.
In quella comunità emise la sua professione il 10 febbraio 1840 e ricevette il nome di suor Provvidenza (Providence).
A Saint-Rémy rimase fino al 1845, in quanto la vita monastica era all’insegna dell’assoluta povertà, tanto che la superiora fu costretta ad inviare alcune suore a Chartres per guadagnarsi da vivere.
Tra le suore che partono c’è anche suor Provvidenza. A Chartres
diventa un’infermiera e inizia a prestare il suo servizio alle famiglie benestanti del luogo.

Esce dalla comunità e si trasferisce nel Rifugio del Buon Pastore a Tours

Da sempre il desiderio di suor Provvidenza era quello, di dedicarsi al servizio dei più poveri e dei più svantaggiati. E, proprio per questo in accordo con i suoi superiori, nel mese di maggio 1845 Maria Virginia Vaslin lascia il convento e la comunità e si trasferisce nel Rifugio del Buon Pastore di Tours per dedicarsi e impegnarsi a servire le ragazze e le giovani donne che si trovavano in uno stato di difficoltà.
In quel periodo Maria Virginia deve affrontare una dura prova ammalandosi di una misteriosa letargia che la tiene, per tre giorni, tra la vita e la morte. E proprio durante quei tre giorni avrà una visione molto chiara di quella che sarà la sua futura opera e del lavoro che dovrà intraprendere.
Padre Julien Gautier, missionario della Congregazione della Santa Croce, suo futuro confidente, la rassicura e l’accompagna nel suo impegno. "Non ho nulla di necessario – gli confida spaventata Maria Virginia - per fondare una congregazione; e ho sempre rifiutato questo pensiero come una personale tentazione di orgoglio”.

Inizia l’Opera delle Domestiche
Con grande determinazione e con solo cinque franchi in tasca, il 10 ottobre 1852, Maria Virginia affittò una mansarda, in rue Beauvoir, a Blois, per poter ospitare una quindicina di giovani ragazze di campagna impegnate nel lavoro di cameriere e domestiche, che si trovavano per strada e non avevano un luogo dove alloggiare.
Per comprendere il lavoro intrapreso in quell’epoca da Maria Vittoria, è necessario calarsi nella realtà francese a metà del XIX secolo, tra le condizioni economiche svantaggiate in cui vivevano quelle giovani donne.
L'insicurezza materiale e morale di queste ragazze, in fondo alla scala sociale, molto spesso le facevano diventare facile preda di persone senza scrupoli che oltre a sfruttarle le usavano a loro piacimento e senza alcun ritegno. Queste ragazze che vivevano nella più assoluta povertà, prestando un servizio continuativo, in balia dei facili licenziamenti e delle malattie, a volte venivano pure abusate.
Maria Virginia essendo di umili origini e avendo vissuto in prima persona la realtà di una giovane ragazza a servizio, poteva comprendere appieno quali esigenze era chiamata a servire.
Nonostante gli ostacoli, con una comunità che sta crescendo e con il sostegno di Mons. Pallu du Parc, vescovo di Blois, nel 1864, nasce l’Opera delle Domestiche.

Nasce la Congregazione delle Suore Francescane Serve di Maria

Due anni più tardi, precisamente, Il 17 settembre 1866 venne fondata la Congregazione delle Suore Francescane Serve di Maria e Maria Virginia prende il nome di madre Maria Santa Chiara.
In quel periodo vennero fondate le comunità a Blois, Le Mans, Tours e Bourges.
Pochi anni più tardi, il 10 ottobre 1873, all’età di soli 54 anni, Suor Maria Santa Chiara, al secolo Maria Virginia, Vaslin morì nella pace del Signore, a Blois.

Il processo per la beatificazione
Nel 2007 le Suore Francescane Serve di Maria chiesero di poter avviare il processo per la beatificazione di Madre Maria Santa Chiara, al secolo Maria Virginia Vaslin.
Dopo il nulla osta del 6 settembre 2008, da parte della Santa Sede, il 23 agosto 2009 è stato aperto il processo diocesano.
Il giorno 18 giugno 2012, anche i vescovi della provincia, riuniti in sessione a Tours, si dichiarano all'unanimità a favore dell'apertura della causa.
Il vescovo Jean-Pierre Batut, il 20 settembre 2017, ha dichiarato definitivamente chiusa l'Inchiesta diocesana e ha inviato gli atti dell'inchiesta alla Congregazione per le Cause dei Santi.

Preghiera per la beatificazione
Gesù, tu che ti sei fatto servo e che Dio tuo Padre ti ha fatto Signore,
tu il cui amore misericordioso si manifesta soprattutto con i poveri e i piccoli,
e hai ispirato Marie-Virginie Vaslin a radunare le sorelle intorno a lei
per venire in aiuto delle domestiche o delle governanti a cui nessuno importava.
Sostieni, oggi, in tutto il mondo, l'azione delle Serve francescane di Maria
per l'educazione, la formazione e l'accompagnamento delle donne del nostro tempo
in situazioni di servizio e dipendenza e per la difesa della loro dignità.
Concedici le grazie che ti chiediamo per intercessione della loro fondatrice,
affinché la Chiesa possa, un giorno annoverarla tra i santi.
Amen.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-03-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità