Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Nerino Cobianchi Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Nerino Cobianchi Padre di famiglia

.

Velezzo Lomellina, Pavia, 25 giugno 1945 - Cilavegna, Pavia, 3 gennaio 1998

Fondatore dell'Associazione Pianzola-Olivelli. Fedele laico esemplare, uomo e credente dotato di singolari carismi, ha dato ovunque una straordinaria testimonianza del Vangelo della Carità. Il ricordo del suo fervido apostolato e dei suoi luminosi insegnamenti di vita è più che mai vivo in quanti lo hanno conosciuto e in coloro che ne hanno sperimentato la profonda fede e il sincero amore verso gli ultimi. Il 14 gennaio 2020 la Congragazione per le Cause dei Santi ha concesso il nulla osta per l'avvio della sua causa di beatificazione, avvenuto nella Cattedrale di Vigevano il 21 maro seguente.



Nerino Cobianchi nasce a Velezzo Lomellina il 25 giugno 1945 da Agostino e Dosolina Piva; frequenta le Scuole Elementari a Lomello dove riceve anche la Prima Comunione e la S.Cresima. La quinta elementare e la prima media le frequenta in Seminario a Vigevano; continua gli studi a Cherasco in provincia di Cuneo e ancora a Vigevano frequenta perdue anni una scuola tecnica, ovunque sempre con ottimi profitti.
Nel mondo del lavoro entra giovanissimo: a diciassette anni, come impiegato presso una ditta di Vigevano, poi, dopo il servizio militare, nel 1968 in Cariplo dove resterà fino alla morte.
Nel 1970 sposa Graziella Vitulo e la loro unione è benedetta dalla nascita di Elena e Andrea.
Nel novembre del 1974 si stabilisce con la famiglia a Cilavegna.
Nerino incomincia a lavorare attivamente in Parrocchia raccogliendo attorno a sé schiere di giovani “contagiati” dal suo carisma che li portava a compiere opere di bene, talvolta un po’ fuori del comune, tanto che anche il Parroco, don Mario Tarantola, nel suo libro “L’ultimo mestiere di Dio” definisce bonariamente, quella di Nerino, una “banda dipazzi” tutti presi da una pazzia “scatenata dall’amore di Dio e che si chiama carità”.
Nel 1982 Nerino con i suoi giovani del Gruppo Scout entrano in contatto con Fratel Ettore e con don Vittorione e sempre nello stesso anno, per dare legalità al suo lavoro che consisteva nel raccogliere indumenti e fondi per aiutare Fratel Ettore e don Vittorione appunto, costituisce il “Gruppo di Sostegno Padre Pianzola”; così l’operato di Nerino aveva il suo primo protettore.
Negli anni 1983/1984 continua la sua opera missionaria di raccolta di fondi e viveri per aiutare sempre Fratel Ettore e don Vittorione ma inizia ad aiutare anche i padri missionari della Sierra Leone e la comunità pavese di don Enzo Boschetti che cerca di strappare alla droga i giovani tossicodipendenti.
Chiunque bussa trova un Nerino pronto ad ascoltarlo e soprattutto a dargli una mano.
Il 22 maggio 1984 don Vittorione assegna a Nerino il titolo di “COMMENDATORE DELLA BONTA’ E DEI POVERI”.
Dal 1985 al 1990 l’operato di Nerino e dei suoi giovani non ha più confini: si aiutava il Sahel, l’Ogadèn, il Kenia, la Somalia, il Malawi, la Sierra Leone.
Soprattutto si aiuta l’Angola: infatti mons.Nervo, allora Vice Presidente della Caritas Italiana, in visita a Cilavegna, propone a Nerino di destinare gli sforzi del Gruppo all’Angola, paese africano in particolare difficoltà a causa della guerra in atto dal 1975.
E intanto il “Gruppo di sostegno Padre F.Pianzola” si trasforma in “Caritas Parrocchiale Padre F.Pianzola” per essere meglio inserita nel tessuto parrocchiale.
Nel 1989 Nerino visita l’Angola, vuole rendersi conto della reale situazione del paese. Al suo ritorno è entusiasta, con i suoi racconti trasmette a chi l’ascolta il calore della gente riconoscente, i profumi, i colori di quella terra.
Il 14/10/1989 Nerino fonda l’Associazione Pianzola Olivelli una realtà che si mette accanto a tutti coloro che sono nella necessità. Si guarda all’Africa ma anche all’Europa e all’Italia.
Ci si preoccupa dei bisogni materiali ma anche di quelli morali e spirituali.
In quegli anni Nerino fa un pellegrinaggio al santuario della Madonna della Guardia (Genova)e lì riceve l’ispirazione di non raccogliere più solo soldi e indumenti da inviare nei Paesi del Terzo Mondo, ma di recuperare persone, togliendole dalla strada e dall’indigenza.
Così nel 1989 acquista una vecchia casa colonica in Cilavegna e ne decide la ristrutturazione per trasformarla in una Casa di Accoglienza dove poter ospitare giovani extracomunitari senza un tetto sicuro.
Furono mesi di intenso lavoro, ma anche di grandi soddisfazioni per Nerino che vedeva la sua casa crescere e a lavori non ancora ultimati il 15 novembre 1993 le porte della casa vengono spalancate per un gruppo di profughi bosniaci (erano quelli gli anni dei tragici avvenimenti accaduti in seguito allo smembramento della ex Jugoslavia).
Nel 1996 quando non ancora tutti i profughi avevano lasciato la Casa, iniziava una nuova epoca per la Casa stessa, quello dell’accoglienza offerta a ragazze vittime della tratta e dello sfruttamento sessuale.
Il 1 giugno 1997 veniva inaugurato il Magazzino della Solidarietà per raccogliere tutto ciò che viene avanzato affinché nulla vada perduto e possa essere dato a chi non ha nulla.
Alcuni giorni prima dell’inaugurazione del magazzino, Nerino con alcuni suoi collaboratori ebbe l’onore di essere ricevuto dal grande Giovanni Paolo II: si compiva la sua più grande aspirazione quella di presentare al Papa la sua Associazione e consegnare nelle sue mani tutte le fatiche da lui compiute.
L’avventura di Nerino su questa terra si stava per chiudere: una malattia inguaribile lo stava fiaccando già da qualche anno e il 3 gennaio 1998 Nerino gridava il suo “Tutto è compiuto” e correva incontro al Padre.
Indimenticabili sono stati i sui funerali; più di mille persone hanno voluto dargli l’ultimo saluto anche se consapevoli che Nerino sarebbe rimasto vivo in tutti coloro che hanno avuto la grazia di incontrarlo e conoscerlo.


Fonte:
www.parrocchiacilavegna.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-03-08

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità