Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti Sacerdote

.

Grotte, Agrigento, 18 gennaio 1893 17 agosto 1943

Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti nacque il 18 gennaio 1893 a Grotte, in provincia e diocesi di Agrigento. Ordinato sacerdote il 9 luglio 1922, visse i primi tempi del suo ministero nel paese natale, ma ebbe problemi con l’Arciprete per ragioni economiche. Venne quindi trasferito a Cianciana come viceparroco, ma sette mesi dopo tornò a Grotte, per sostituire un altro sacerdote, in qualità di rettore della chiesa del Carmine e coadiutore dell’Arciprete. Fu un instancabile confessore, dotato di notevole pietà eucaristica, amante della povertà. Cagionevole di salute, morì a Grotte il 17 agosto 1943. Il 21 gennaio 2021 papa Francesco autorizzò la promulgazione del decreto con cui don Michele veniva dichiarato Venerabile. I suoi resti mortali riposano presso la parrocchia di Santa Venera a Grotte, in un sarcofago marmoreo nella cappella del Rosario.



Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti nacque il 18 gennaio 1893, a Grotte (Agrigento) da Domenico e Carmelina Palermo. Era il sesto figlio, nato in una famiglia di profonde radici cristiane.
Entrò giovanissimo in seminario e il 9 luglio 1922 venne ordinato sacerdote.
Dopo aver ricevuto la sacra unzione, fu inviato nel suo paese natale, dove però sorsero delle tensioni con il parroco che aveva delle gravi difficoltà nel mantenimento di un suo secondo cappellano. Il vescovo, per evitare problemi inviò don Antonio Vinti a Cianciana, quale viceparroco e dove rimase sette mesi. Successivamente il vescovo lo riassegno alla comunità di Grotte, in sostituzione di un altro sacerdote, dove fu incaricato quale rettore della chiesa del Carmine e coadiutore del parroco. Uomo di fede, il suo ministero sacerdotale viene ricordato per la sua instancabile attività di confessore e per la sua carità eucaristica. “L’apostolato privilegiato dal Servo di Dio fu quello del confessionale, dove restava molte ore. Si dedicò anche al ministero della predicazione e alla catechesi, particolarmente dei ragazzi”.
Sofferente di anemia, a causa della sua gracile costituzione, la sua salute peggiorò rapidamente del 1942, tanto che Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti morì il giorno 17 agosto 1943, in fama di santità.
Tra le note biografiche inserite nel sito della Congregazione dei Santi si riporta che “fu un esempio di eroico esercizio della virtù della speranza, continuando a rimanere sereno e fiducioso nel Signore. Accettava tutto dalle mani di Dio, confidando nella sua misericordia. Con questo atteggiamento affrontò anche il momento della morte, di cui fu pienamente consapevole. Radicato nella speranza, era capace di infonderla anche nei suoi fedeli, a cui sapeva essere di conforto. Circa la carità verso il prossimo, il Servo di Dio mostrò costantemente la volontà di anteporre il bene dei suoi fedeli a qualsiasi interesse personale. Pur vivendo in ristrettezze, si privava anche del poco che aveva per poter far fronte ai bisogni dei più poveri”.
Il 7 novembre 1983 fu iniziato il processo per la beatificazione di don Michele Arcangelo Vinti nella cattedrale di Agrigento, da parte di mons. Luigi Bommarito, vescovo di Agrigento, che lo dichiarò Servo di Dio.
Chiusa la fase Diocesana del Processo di Beatificazione, e consegnata tutta la documentazione alla Santa Sede, in data 6 maggio 2005, la Congregazione delle Cause dei Santi, ha emesso il Decreto di Validità del Processo stesso.
Nel 1978 è stata pubblicata ad Agrigento una biografia, sul sacerdote Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti, scritta da G. Giccione dal titolo “Una sentinella sul colle. Il servo di Dio p. Michele Vinti”.
Il giorno 21 gennaio 2020, Papa Francesco dopo aver approvato le virtù eroiche di don Michele Arcangelo Maria Antonio Vinti, l’ha dichiarato venerabile.

Preghiera
O Dio che manifesti la tua gloria e la tua bontà per mezzo di chi ti ama e fedelmente ti serve, glorifica il Tuo fedele ministro Michele Arcangelo Vinti, che, nel servire le anime, ha profuso il tuo amore, e, in spirito di umiltà, ha sempre cercato la tua gloria.
Volgi, o Dio, il tuo sguardo su di me; ma fa che, attratto dal tuo amore, possa, come il tuo Servo, donarmi alle anime e cercare la tua gloria nel servizio verso i fratelli.
Ti chiedo ancora Signore, se è tua volontà, di glorificare anche in terra il tuo fedele zelante Sacerdote.
Amen.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2021-02-03

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati