Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Anton Demeter Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Anton Demeter Sacerdote francescano

.

Butea, Romania, 17 settembre 1925 - Roman, Romania, 20 dicembre 2006


Il Servo di Dio, P. Anton Demeter, nacque il 17 settembre 1925 a Butea, distretto di Iași. Subito dopo le scuole elementari entrò nel nostro Seminario Minore di Hălăucești. Da qui passò al noviziato diSăbăoani (1945-1946) e poi all’Accademia San Bonaventura di Luizi-Călugăra da dove, nel 1949, quando il governo comunista soppresse tutte le Congregazioni religiose e confiscò i loro beni, ritornò in famiglia. Dopo due anni in cui lavorò come ragioniere in una fabbrica, andò nel Seminario di Alba Iulia, dove, concluso l’ultimo anno di teologia, il 29 giugno 1953 fu ordinato sacerdote da Mons. Alexandru Cisar, arcivescovo di Bucarest. Esercitò il suo ministero come vicario parrocchiale nella Parrocchia di Prăjești e poi nella Cattedrale Cattolica San Giuseppe di Bucarest. Dopo soli cinque anni, nella notte del 20 agosto 1958 fu arrestato e dopo un processo-farsa fu condannato a 20 anni di lavori forzati con l’accusa di aver impartito ai bambini e ai giovani un’educazione mistico-religiosa e di aver complottato contro l’ordine sociale. Dopo alcuni giorni di carcere a Jilava (Bucarest), i denunciatori cercarono di estorcergli accuse contro altri sacerdoti. Al suo deciso rifiuto fu colpito alla spina dorsale con un martello e così, in poco tempo, divenne paralizzato. Già gravemente infermo, fu portato per un paio d’anni in due campi di lavoro forzato, dove era obbligato a camminare a quattro gambe fino al luogo del suo supplizio, dove gli altri detenuti svolgevano il lavoro per lui.
Nel 1963 fu graziato e confinato nella Parrocchia di Oțeleni, in Moldavia dove, nonostante le molte restrizioni da parte delle autorità comuniste, cercava di accogliere ed ascoltare quanti si rivolgevano a lui. Nel 1979, andato in pensione a causa della malattia, andò ad abitare in una casa che aveva comprato vicino alla chiesa parrocchiale di Barticești. Finalmente, nel 1993, ricevette l’obbedienza per il Convento di San Francesco a Roman, dove erano stati appena costruiti il Seminario Minore e l’Istituto Teologico, e dove svolse il ruolo di confessore e direttore spirituale dei giovani. Molto ricercato da gente di tutte le confessioni, riceveva ogni giorno folle numerose, offrendo loro consiglio e conforto spirituale.
Dopo 81 anni di vita, 47 dei quali trascorsi in una carrozzella per paralitici, p. Anton morì la sera del 20 dicembre 2006. Il suo corpo fu sepolto nel Cimitero municipale di Roman. Da quel momento, la sua tomba è divenuta luogo di pellegrinaggio, dove molti fedeli cercano il suo aiuto e la sua intercessione.
Martedì 29 novembre 2016, Festa di Tutti i Santi dell’Ordine Francescano, presso la cappella dell’Istituto Teologico Francescano di Roman (Romania) è stata aperta l’inchiesta diocesana per la beatificazione del Servo di Dio P. Anton Demeter (1925-2006), della Provincia San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria di Romania. Erano presenti il vescovo della diocesi di Iași, Mons. PetruGherghel, il Ministro provinciale, Fra TeofilPetrișor, il Postulatore generale dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, Fra DamianPătrașcu, il vice-Postulatore della causa, Fra Cristian Blăjuț, numerosi frati e sacerdoti, insieme a una moltitudine di fedeli cattolici e ortodossi.


Autore:
Fra Damian Pătrașcu, Postulatore generale


Fonte:
www.ofmconv.net

______________________________
Aggiunto/modificato il 2018-03-01

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati