Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Testimoni > Mons. Giovanni Domenico Ceretti Condividi su Facebook Twitter

Mons. Giovanni Domenico Ceretti Vescovo

Testimoni

Alice Castello, Vercelli, 15 febbraio 1793 - Torino, 29 dicembre 1855

Primo Vescovo della Congregazione degli Oblati di Maria Vergine



Nacque ad Alice Castello (diocesi di Ivrea, Vercelli ), il 15 febbraio 1793. Fece ingresso a Pinerolo, Santa Chiara, il 9 gennaio 1834; lì avvenne anche la vestizione il 19 gennaio 1834; la professione risale al 19 marzo 1835. Morì a Torino, in casa Rizzetti, di nostra proprietà, il 29 dicembre 1855, all’età di 62 anni; è sepolto nella cattedrale di Torino.
Entrò in Congregazione già sacerdote. Rispondendo alla lettera circolare del Rettor Maggiore P. Avvaro senior, del 30 luglio 1841, si offerse per andare in missione in Birmania. Essendo stato affidato il Vicariato Apostolico di Ava e Pegù alla Congregazione degli Oblati con decreto di Gregorio XVI, il 26 giugno 1842, il Ceretti fu presentato dal Rettor Maggiore, come superiore del gruppo dei missionari Oblati in partenza. Il 5 luglio 1842 fu nominato dalla S. Sede primo Vicario Apostolico, e il 31 luglio 1842, a Roma, fu consacrato vescovo titolare di Antinopoli in Tebaide dal card. Giacomo Fransoni, Prefetto di Propaganda Fide. Partito con altri Oblati, molto probabilmente il 4 agosto 1842 da Civitavecchia, il 16 gennaio 1843 cominciò il suo ministero episcopale. Si distinse per zelo e sollecitudine nella cura delle anime, nell’annuncio del Vangelo e nell’amministrazione dei Sacramenti, come risulta dalle puntuali relazioni inviate alla Congregazione di Propaganda Fide. Rimase in missione appena tre anni, dando un forte impulso alle opere missionarie, poi, minato nella salute a causa del clima e delle fatiche apostoliche, dovette tornare in Italia il 26 dicembre 1845. Dopo un periodo passato a Roma, tornò a Torino nel 1850 e supplì Mons. Luigi Fransoni (fratello del Prefetto di Propaganda), arcivescovo di Torino, esiliato in Francia dai liberal-massoni e impedito di reggere la diocesi. Al Ceretti si devono alcuni scritti in inglese – redatti quando era vicario apostolico in Birmania - e in italiano, questi ultimi pubblicati anonimi dopo il suo ritorno in patria: tutti di carattere apologetico contro gli errori del liberalismo e del protestantesimo. P. Ceretti è il primo Oblato insignito della dignità episcopale.


Fonte:
www.oblati.org

______________________________
Aggiunto/modificato il 2015-01-02

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati