Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Testimoni > Ita Ford, Maura Clarke, Dorothy Kasel e Jean Donovan Condividi su Facebook Twitter

Ita Ford, Maura Clarke, Dorothy Kasel e Jean Donovan Martiri

Testimoni

El Salvador, 2 dicembre 1980

Il 2 dicembre 1980 avvenne il sequestro, la violazione e l'assassinio di tre religiose e una missionaria laica in El Salvador. Suor Ira Catherine Ford nacque a Brooklin, New York, lavorò per 7 anni alle edizioni Saddlers, fu missionaria in Cile e poi in El Salvador. Da là scrisse agli amici: "non so se nonostante la confusione, l'attuale crudeltà e malvagità esista una carenza di legge, ma so che devo restare qui… So che la pietà di Dio verrà in El Salvador: bisogna andare avanti con fede, giorno per giorno, su questo cammino pieno di ostacoli, pieno di errori e di casi crudeli". Il 2 dicembre 1980 morì per mano della polizia insieme a suor Maura Clarke, suor Dorothy Kasel e la laica missionaria Jean Marie Donovan.



Quella che Papa Francesco ha rievocato il 2 dicembre 2020 è una pagina di quotidiana brutalità di un periodo tragico. Maura Clarke, Ita Ford, Dorothy Kazel e Jean Donovan – le prime due suore di Marynkoll, la terza orsolina, la quarta una missionaria laica – sono vittime dell’abisso in cui è precipitato il Salvador di fine anni Settanta, quando il regime militare golpista, che ha da poco assassinato monsignor Romero, governa con gli squadroni della morte a spazzare qualsiasi voce anche solo apparentemente ostile. Anche quando, come nel caso delle quattro consacrate, la “colpa” è di essere dalla parte dei senza voce che sopravvivono nella miseria. Quel giorno di 40 anni fa le quattro religiose vengono prelevate all’aeroporto da uomini in uniforme e di lì a poco si compie il loro martirio, come ricordato dal Papa:
"Il 2 dicembre del 1980 furono rapite, violentate e assassinate da un gruppo di paramilitari. Prestavano il loro servizio a El Salvador, nel contesto della guerra civile. Con impegno evangelico e correndo grandi rischi portavano cibo e medicinali agli sfollati e aiutavano le famiglie più povere. Queste donne vissero la loro fede con grande generosità. Sono un esempio per tutti a diventare fedeli discepoli missionari".
I corpi di suor Maura Clarke e delle altre compagne vengono ritrovati il giorno dopo buttati in un fosso, in modo simile alle migliaia di persone trucidate in quel terribile periodo di stragi. La vita delle religiose e la loro testimonianza saranno il cuore della Messa che alle 18.30 di oggi il cardinale Michael Czerny, sottosegretario della Sezione migranti e rifugiati del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale, presiederà presso l’Oratorio del Caravita, la cui comunità collabora da tempo con la Commissione Giustizia, pace e integrità del Creato all’interno dell’Unione Superiori generali (Usg) e dell’Unione internazionale delle Superiori generali (Uisg).


Autore:
Alessandro De Carolis


Fonte:
www.vaticannews.va

______________________________
Aggiunto/modificato il 2022-01-24

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati