Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Testimoni > Card. Vittorio Amedeo delle Lanze Condividi su Facebook Twitter

Card. Vittorio Amedeo delle Lanze Fondatore

Testimoni

Torino, 1 settembre 1712 San Benigno Canavese, Torino, 23 gennaio 1784

Nacque a Torino il 1º settembre 1712 da Francesco Agostino, conte delle Lanze e di Vinovo[1] e da Barbara Piossasco di Piobesi. Francesco Agostino della Lanze era ufficialmente figlio di Carlo delle Lanze, conte di Sales, e di Gabriella di Mesme di Marolles. In realtà il padre naturale fu Carlo Emanuele II di Savoia del quale la madre era l'amante. Papa Benedetto XIV lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 10 aprile 1747 con il Titolo (diaconia) dei Santi Cosma e Damiano. Nello stesso anno venne nominato vescovo di Nicosia (Sicilia), carica che mantenne fino al 1773. Fu abate dell'Abbazia di San Giusto di Susa e di quella di Lucedio. Nel 1749 divenne Abate Commendatario dell'Abbazia di Fruttuaria (o di San Benigno, nel Canavese), carica che mantenne fino alla morte. Qui fondò le Figlie di Carità della Santissima Annunziata, cui diede la regola vincenziana, ancora oggi presenti presso nel vicino paese di Montanaro. Partecipò ai conclavi che elessero Clemente XIII (1758), Clemente XIV (1769) e Pio VI (1774 / 1775). Fu nominato da quest'ultimo nel 1775 Prefetto della Sacra Congregazione del Concilio Tridentino, carica che tenne fino alla morte. Cambiò numerose volte il titolo cardinalizio. Morì nell'Abbazia di San Benigno e fu ivi sepolto. Con lui si estinse la famiglia comitale dei Delle Lanze.



Carlo Vittorio Ignazio Amedeo delle Lanze nasce a Torino il 1 settembre 1712.
Giovane rampollo dell'aristocrazia torinese (suo padre tra l'altro è governatore a Chambéry) manifesta presto la sua vocazione religiosa e compie un eccezionale corso di studi che lo porta alla porpora cardinalizia a neppure 35 anni compiuti:
- dal 2 ottobre 1732 diventa Religioso secolare;
- Diacono dal 1736; nominato Abate di San Giusto di Susa nel 1743;
- sempre nel 1743 diviene Cappellano della Corte piemontese con giurisdizione di vescovo sui castelli reali e sulla Regia Cappella di Superga;
- Gran Elemosiniere di Corte dal 10 aprile 1747;
- Arcivescovo titolare di Nicosia dal 15 Aprile 1747;
- il 2 Maggio 1747 viene nominato Abate di Lucedio (carica che deterrà fino al gennaio 1874);
- viene elevato al rango di Cardinale da Papa Benedetto XIV durante il concistoro del 2 ottobre 1747;
- eletto Prefetto della Sacra Congregazione del Concilio di Trento il 22 Marzo 1775.
La sua vasta cultura, la sua attività pastorale e la sua intraprendenza ne fanno un'autorità indiscussa: indice sinodi, prepara ostensioni della Sindone, e viene persino candidato al trono pontificio in ben 2 conclavi.
Viene nominato Abate di Fruttuaria il 5 Agosto 1749. Il cardinale arriva a San Benigno e trova la sua abbazia in completo degrado: lancia quindi il rinnovamento spirituale e la ricostruzione architettonica. Costruisce inoltre il palazzo abbaziale che ospita un seminario e diviene la sua residenza principale.
Il Cardinale delle Lanze muore nella sua Fruttuaria nel gennaio 1784 e qui viene sepolto.


Fonte:
www.donboscoinsieme.com

______________________________
Aggiunto/modificato il 2010-09-05

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati