Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Giulia delle Spine del Sacro Cuore (Julia Navarrete Guerrero) Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Giulia delle Spine del Sacro Cuore (Julia Navarrete Guerrero) Religiosa

.

Oaxaca, Messico, 1 giugno 1881 Torluca, Messico, 21 novembre 1974

Per l’educazione della gioventù fondò ad Aguascalientes, in Messico, la Congregazione delle Missionarie Figlie della Purissima Vergine Maria, che governò per molti anni come superiora generale. Esercitò il suo apostolato in tempi difficilissimi per la Chiesa messicana.



Julia Navarrete Guerrero nacque il giorno 1 giugno 1881 a Oaxaca in Messico da il professor Demetrio, professore e direttore di un collegio e Julia Guerrero, insegnante di musica e canto. In famiglia nacquero sei figli, Francisco, Juan María, Florencio, Rafael e José, tra cui due diventeranno sacerdoti. Anche per Juan Maria arcivescovo di Hermosillo è in corso il processo per la beatificazione.
Giulia, una ragazza molto religiosa e già da giovane aveva una profonda devozione per la Madonna e per il Sacro Cuore di Gesù fece la sua prima comunione a sette anni.
Ricevuta la prima educazione in famiglia, a dodici anni entrò nella scuola femminile della città.
A quindici anni iniziò a sentire la propria vocazione religiosa.
Mise a conoscenza dei suoi desideri il suo direttore spirituale, il gesuita padre Antonio Repiso, il quale con l’approvazione dei suoi genitori, le permise di fare i voti religiosi il 25 marzo 1898, pur rimanendo in famiglia.
Traferitasi nella capitale messicana, nel pieno della rivoluzione, ebbe la fortuna di incontrare il gesuita Alberto Cuscó Mir. Incoraggiata a rimanere in città iniziò a pensare di potersi impegnare nell’educazione cristiana delle persone e di farsi religiosa, decise di entrare nella Congregazione delle Suore della Croce del Sacro Cuore di Gesù, il cui scopo era quello di promuovere l’educazione della gioventù, gli esercizi spirituali e i ritiri.
Dopo un’adeguata formazione, alla guida di padre Cuscó, fece la sua prima professione il 3 maggio 1901.
Poco dopo i superiori trasferirono padre Cuscó, che affidò la sua congregazione a suor Giulia delle Spine del Sacro Cuore.
Quando alla direzione dell’istituto arrivò padre Félix Rougier, che non accettò le costituzioni di padre Cuscó e in seguito ad alcune difficoltà interne alla congregazione, suor Giulia delle Spine del Sacro Cuore e una decina di consorelle si staccarono dall’Istituto. Con l’approvazione del vescovo di Agascualientes, mons. José María de Jesús Portugal, il 12 settembre 1903 nacque la nuova congregazione delle Figlie Missionarie Figlie della Purissima Vergine di Maria, che riconosceva come proprio fondatore padre Cuscó.  
Suor Giulia poté continuare nel suo proposito di essere una religiosa dedita all’educazione dei giovani, per avvicinarli a Gesù Cristo.
“Nella vita della Venerabile Madre Giulia spicca un forte amore per l'Eucaristia, per la Beata Vergine alla quale si rivolge costantemente, e che ha trovato la sua forza nella preghiera, nell'esperienza della carità con proiezione alla sua vita apostolica”.
Dopo l’approvazione diocesana della Congregazione, il vescovo gli chiese di aprire una scuola. La struttura realizzata in pochissimo tempo venne aperta il 4 gennaio 1904.
Suor Giulia delle Spine del Sacro Cuore resse le sorti della nuova congregazione religiosa dalla fondazione al 1920 e successivamente nel periodo 1935-53 e 1965-69.
L’approvazione pontificia delle Missionarie è stata ottenuta il giorno 7 novembre 1962.
Mentre era alla guida della sua congregazione religiosa vennero fondate 51 scuole e missioni, (47 in Messico e 4 negli Statu Uniti).
Dopo essersi ammalata e aver convissuto per un periodo con la malattia, suor Giulia delle Spine del Sacro Cuore, morì il 21 novembre 1974 a Torluca in Messico. Dopo i suoi funerali venne sepolta nella cappella della casa madre di Aguascalientes.
In occasione dell’anniversario dalla sua morte, madre Giulia è stata ricordata con queste parole:
“La sua vita risplende di virtù che maturarono in gioventù fino a diventare veramente eroiche. Attraverso una vita di preghiera particolarmente intensa e seria e con le prove che la Provvidenza e l'amore per Dio hanno posto sul suo cammino, ha raggiunto un totale abbandono nella volontà divina, ha raggiunto le vette più alte della vita mistica e un comportamento semplice, diligente, equilibrato , prudente, umile, con l'umiltà della verità e della trasparenza davanti a Dio e davanti agli uomini, accogliendo in silenzio ogni persecuzione e calunnia o incomprensione, amando e senza rispondere con nessuna amarezza, operando sempre secondo la sua vocazione apostolica con gioia e fiducia in ciò che Dio ha voluto di lei e della Congregazione di cui si sentiva responsabile”.

Il processo per la beatificazione

Il processo per la beatificazione di suor Giulia delle Spine del Sacro Cuore, promosso dalla congregazione religiosa da lei fondata, ha ottenuto il nulla osta il giorno 1 marzo 1985.
Dopo il processo diocesano che si è svolto nella diocesi di Aguascalientes dal 30 giugno 1985 al 21 agosto 1992, è stato emesso il decreto di validità il 6 marzo 1993.
La Positio è stata pubblicata nel 1997, il congresso dei consultori teologi si è svolto il 19 dicembre 2003 e la sessione ordinaria dei Cardinali e Vescovi il 4 maggio 2004
Dopo l’approvazione delle virtù eroiche della serva di Dio del 22 giugno 2004, San Giovanni Paolo II, ha dichiarato venerabile suor Giulia delle Spine del Sacro Cuore.
 


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2022-05-10

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google

Album Immagini


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati