Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Mario Ferdinandi Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Mario Ferdinandi Magistrato

.

Todi, Perugia, 27 gennaio 1916 – Perugia, 7 luglio 1946

Mario nasce a Todi (PG) in rione Borgo Nuovo da Marino e Maria Ferrotti il 27 gennaio 1916. Allievo del Seminario Vescovile di Todi e del liceo classico statale “Mariotti” di Perugina, tramite il convitto salesiano “Penna Ricci”. Alla facoltà di Giurisprudenza di Roma nel 1937 si laureò con 110 e lode a soli 21 anni. Divenne Vice Commissario Aggiunto di Pubblica Sicurezza nella Questura di Macerata e, nel 1939, fu nominato Uditore al Tribunale di Roma. In seguito venne nominato Pretore a Norcia dove rimane per due anni. Nel 1945 venne nominato Giudice nella Sezione Penale del Tribunale di Perugina. A causa della malattia che lo aveva colpito, presente la mamma Maria, muorì a soli trent'anni. Oggi le sue spoglie riposano nel Santuario della Madonna del Campione in Todi, accanto a quelle della sorella, la serva di Dio Teresa.


Dio coglie i suoi fiori nei giardini che vuole e così è stata sempre la storia della santità cristiana, a partire dalla scelta degli Apostoli da parte di Gesù.
Anche la Magistratura ha donato i suoi fiori, fra i quali il giudice Mario Ferdinandi, che nacque a Todi il 27 gennaio 1916 da Marino e Maria Ferrotti.
Nel locale seminario compì gli studi ginnasiali; da privatista conseguì la licenza ginnasiale nel liceo-ginnasio “Tacito” di Terni, classificandosi secondo fra tutti i promossi; poi come collegiale dell’Istituto Salesiano “Penna Ricci”, frequentò il liceo classico “Mariotti” di Perugia.
A 17 anni si iscrisse alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma, laureandosi il 13 novembre 1937.
Ventunenne partecipò a due concorsi nell’Amministrazione dello Stato e nella Magistratura, vincendoli entrambi. Ebbe la nomina di Vice commissario aggiunto di P.S. presso la Questura di Macerata, dove rimase per tutto il 1939; ancora alla fine di quell’anno si iscrisse al corso di uditore presso il Tribunale di Roma.
Raggiunta l’età per il dovere della leva, nel gennaio 1940 venne assegnato quale allievo ufficiale al 52° Reggimento di Fanteria “Alpi” di Spoleto.
Nel giugno 1940 scoppiò la guerra per l’Italia e Mario Ferdinandi partecipò come sottotenente alle operazioni sul fronte occidentale; il 2 ottobre 1941 per causa di malattia fu congedato.
Allora riprese a Roma il corso per uditore di Tribunale e ricevé nel novembre 1942, la nomina a pretore di Norcia, rimanendovi per due anni.
Per i meriti acquisiti come pretore e per aver vinto un concorso, fu nominato giudice della Sezione Penale a soli 29 anni, nel Tribunale di Perugia.
E a Perugia il 7 luglio 1946 lo colse a 30 anni la prematura morte, dopo due anni di magistrato.
Quanto abbiamo detto finora non è certo eccezionale, anzi chi sa quanti hanno avuto lo stesso percorso di vita; quindi dobbiamo proseguire per sapere le virtù personali e spirituali, che hanno determinato l’avvio della sua causa di beatificazione.
Prima di tutto bisogna dire che Mario Ferdinandi non è il solo della famiglia ad avere questa prospettiva, perché anche la sorella Teresa, morta a 28 anni, è una Serva di Dio, la cui Causa è stata autorizzata il 1° giugno 1979 insieme al fratello.
Mario fu sin da ragazzo iscritto all’Azione Cattolica e alle Conferenze di S. Vincenzo; fu presidente della Sezione di A. C. “Pier Giorgio Frassati” di Todi e incaricato del Segretariato delle Attività Sociali.
Fondò e ne fu l’animatore, il Gruppo Laureati Cattolici di Todi fino alla sua morte. Cristiano autentico fu apostolo zelante, specie fra i giovani, coltivò tre amori: l’Eucaristia, la Madonna, il Papa.
La chiesa di Todi inoltrò il 23 giugno 1977, la necessaria documentazione alla Congregazione per le Cause dei Santi, per la richiesta del nulla osta, che come già detto fu dato il 1° giugno 1979.
I resti mortali dei due fratelli Servi di Dio Mario e Teresa Ferdinandi, furono traslati e tumulati il 20 novembre 1983, nel santuario cittadino della Madonna del Campione.


Autore:
Antonio Borrelli

______________________________
Aggiunto/modificato il 2004-11-08

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati