Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > Beata Maria Domenica Mantovani (Giuseppina dell'Immacolata) Condividi su Facebook Twitter

Beata Maria Domenica Mantovani (Giuseppina dell'Immacolata) Fondatrice

2 febbraio

Castelletto di Brenzone, Verona, 12 novembre 1862 - 2 febbraio 1934

Martirologio Romano: A Verona, beata Maria Domenica Mantovani, vergine, che fu prima superiora dell’Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, da lei fondato insieme al beato sacerdote Giuseppe Nascimbeni per servire in umiltà di vita per amore di Cristo i poveri, gli orfani e i malati.


Domenica Mantovani nacque il 12 novembre 1862 a Castelletto di Brenzone nella provincia di Verona, che vide per tutto l’800 il fiorire di tante figure eccelse di fondatori e fondatrici di Ordini Religiosi e Opere Pie.
La sua era una famiglia laboriosa, di costumi semplici, profondamente onesta, ricca di fede; influenzata dall’esempio dei genitori e del nonno che viveva con loro e seguendo le ispirazioni dello Spirito Santo, da ragazza cominciò a sentire una tenera devozione alla Madonna, dedicandosi oltre alle faccende domestiche o lavorando nei campi, alla preghiera e alla meditazione, partecipando alle funzioni in chiesa.
Il 2 novembre 1877 giunse a Castelletto di Brenzone il beato Giuseppe Nascimbeni come cooperatore e maestro a fianco dell’anziano parroco e che diventerà poi parroco egli stesso del paese, il 21 gennaio 1885.
Domenica Mantovani si affidò alla guida spirituale del santo sacerdote, il quale intuì il suo temperamento generoso, la forte volontà di progredire sulla via della perfezione, guidandola verso le più alte conquiste dello spirito.
Così a 24 anni nel giorno dell’Immacolata Concezione (8 dicembre 1886) alla presenza del parroco, emise il voto di perpetua verginità, dedicandosi completamente a Dio e impegnandosi a coadiuvare il parroco in tutte le sue iniziative pastorali.
Il beato Nascimbeni, su consiglio del vescovo coadiutore Bacilieri, si decise a fondare una nuova Famiglia religiosa, trovando in Domenica la prima persona pronta a farne parte, anzi a diventare cofondatrice; insieme ad altre tre ragazze, disposte a questa nuova impresa apostolica.
Le quattro aspiranti fecero un breve noviziato presso le Terziarie Francescane di Verona e il 4 novembre 1892, emisero la professione, iniziando a Castelletto il nuovo Istituto che il parroco Nascimbeni denominò “Piccole Suore della Sacra Famiglia”, indicando con questo l’orientamento apostolico e la spiritualità della nuova Congregazione.
Domenica Mantovani cambiò il nome in Maria Giuseppina dell’Immacolata e fu scelta come prima superiora della casa, carica che rivestì fino alla morte. Fu devotissima al fondatore, fedele interprete ed esecutrice dei suoi pensieri e desideri; donna prudente e saggia, poco istruita, ebbe la sapienza degli umili e delle anime sante, attinta ad una fede viva ed operosa, alimentata da continua preghiera.
Proseguì da vera cofondatrice, la conduzione dell’Opera, anche dopo la morte del beato Giuseppe Nascimbeni, avvenuta nel 1922; durante la sua vita religiosa e di superiora, si ampliarono gli edifici della casa madre, furono aperte altre case per dare aiuto ai poveri, agli orfani ed ammalati, verso i quali si dimostrò madre tenerissima e premurosa.
Tante giovani attratte dal suo carisma e dal suo ideale apostolico, accorsero per consacrarsi al Signore; nel 1931 la Congregazione delle “Piccole Suore della Sacra Famiglia” contava già oltre un migliaio di membri.
Ebbe la consolazione di vedere approvato definitivamente il suo Istituto (3 giugno 1932) e l’inaugurazione del nuovo grande noviziato a Castelletto di Brenzone il 20 marzo 1933.
A 72 anni, venne colpita da febbri influenzali e il 2 febbraio 1934 morì serenamente nella casa madre dell’Istituto e sepolta nel cimitero di Castelletto; il 12 novembre 1987 le sue spoglie incorrotte furono traslate nel mausoleo, già tomba del beato fondatore, all’interno della casa-madre.
Dal 6 giugno 1986, data di avvio della causa di beatificazione, i processi relativi sono continuati nella fase diocesana a Verona e poi dal 1992 a Roma.
E’ stata beatificata da Papa Giovanni Paolo II a Roma il 27 aprile 2003.
Le case della Congregazione sono diventate oltre 150, sparse in Italia e all’Estero e le suore proseguono con fede e sacrificio, l’ideale dei fondatori, seguendo la massima di Madre Maria Giuseppina dell’Immacolata: “Onoriamo la Sacra Famiglia con la preghiera, ma in modo speciale con l’imitazione delle virtù di cui ci diede l’esempio”.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2002-10-31

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati