Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Francesco Maria della Croce (Giovanni Battista Jordan) Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Francesco Maria della Croce (Giovanni Battista Jordan) Sacerdote e fondatore

.

Gurtweil, Germania, 16 giugno 1848 Tafers, Svizzera, 8 settembre 1918

Johann Baptist Jordan nasce il 16 giugno 1848 nel villaggio di Gurtweil in Germania. Entra in Seminario a ventinove anni e viene ordinato sacerdote il 21 luglio 1878. A causa delle leggi anticattoliche del Kulturkampf, gli viene impedito di esercitare il ministero in patria. Parte quindi per Roma e successivamente per il Libano, per approfondire lo studio delle lingue orientali. Durante un pellegrinaggio in Terra Santa matura il progetto di fondare un’opera per la diffusione della fede. L’8 dicembre 1881, nella cappella della casa di Santa Brigida a Roma, dà vita alla Società del Divin Salvatore, a cui si aggiunge, sette anni esatti dopo, la congregazione femminile delle Suore del Divin Salvatore. Il 13 dicembre 1893 accetta dalla Congregazione per la Propagazione della Fede la conduzione della Prefettura apostolica di Assam, in India. Nel 1902 viene eletto superiore generale a vita. Dopo l’inizio della prima guerra mondiale lascia Roma per trasferirsi a Friburgo in Svizzera. Muore nel villaggio svizzero di Tafers l’8 settembre 1918. Il 19 giugno 2020 papa Francesco ha autorizzato la promulgazione di un miracolo attribuito alla sua intercessione, aprendo la via alla sua beatificazione. I suoi resti mortali riposano nella cappella della Casa generalizia della Società del Divin Salvatore a Roma.



Johann Baptist Jordan nasce il 16 giugno 1848 nel villaggio di Gurtweil in Germania. Benché avverta sin dalla più tenera età la vocazione del sacerdozio, è costretto a lavorare come pittore e decoratore per aiutare economicamente la sua povera famiglia.
Grazie alla generosità di tutori e benefattori, riesce finalmente a entrare in Seminario, a ventinove anni; viene ordinato sacerdote il 21 luglio 1878. Dopo la sua ordinazione, don Johann Baptist non ha la possibilità di ricoprire un incarico pastorale in patria, a causa delle leggi anticattoliche della Kulturkampf. Si dirige quindi a Roma per studiare le lingue orientali, delle quali aveva già una certa conoscenza.
Successivamente parte per un viaggio verso Il Cairo e in Libano, per approfondire lo studio delle lingue. In questa occasione, discute della sua idea con molte personalità ecclesiastiche.
Compie anche un pellegrinaggio in Terra Santa e passa il tempo pensando e pregando a proposito di un’idea che ha iniziato a maturare: fondare un’organizzazione che avrebbe unito i cattolici di tutti i livelli, per difendere e propagare la fede.
Immediatamente dopo il suo ritorno a Roma, nell’agosto 1880, ottiene la benedizione papale. Inizia quindi a creare i tre livelli della Società Apostolica Istruttiva, creando il primo livello l’8 dicembre 1881. Il nome fu poi cambiato in Società Cattolica Istruttiva, per evitare controversie.
Dopo un anno circa, i suoi progetti si concretizzano nella fondazione di due comunità religiose: la Società del Divino Salvatore per gli uomini e le Suore del Divin Salvatore per le donne. L’11 marzo 1883 emette i voti religiosi, cambiando nome in padre Francesco Maria della Croce.
Trascorre il resto della sua vita lavorando infaticabilmente per consolidare le sue fondazioni. All’inizio accetta la Prefettura apostolica di Assam, in India, assegnata ai Padri Salvatoriani da Propaganda Fide.
Prosegue nel creare case in tutta Europa e nelle Americhe. Secondo i suoi progetti, la sua Società doveva essere universale, in modo da utilizzare tutte le strade e i sistemi inspirati dall’amore di Cristo per far conoscere e amare il Salvatore a tutte le genti.
Padre Francesco sapeva che non avrebbe potuto fare niente senza la completa fiducia nella Divina Provvidenza. Lo dimostra il suo Diario Spirituale, che è un documento di grande interesse, nel quale è evidente il suo desiderio di santità.
Con lo scoppio della prima guerra mondiale, si trasferisce a Friburgo, nella Svizzera neutrale, per trascorrervi i suoi ultimi anni. Muore nel villaggio di Tafers l’8 settembre 1918. I suoi resti mortali riposano nella cappella della Casa generalizia della Società del Divin Salvatore a Roma.
Il 14 gennaio 2011 è stato promulgato il decreto sull’eroicità delle sue virtù. Il 19 giugno 2020, invece, papa Francesco ha autorizzato il decreto relativo a un miracolo ottenuto per sua intercessione, aprendo la via alla sua beatificazione.


Autore:
Antonio Galuzzi

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-06-23

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità