Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Gruppi di Martiri > Santi Martiri Messicani (Cristoforo Magallanes Jara e 24 compagni) Condividi su Facebook Twitter

Santi Martiri Messicani (Cristoforo Magallanes Jara e 24 compagni)

21 maggio - Memoria Facoltativa

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Messico, 1927

Nel periodo più difficile per la Chiesa messicana perseguitata, il sacerdote Cristoforo Magallanes, con 24 compagni, viene ucciso in odio alla fede il 25 maggio 1927. Questi martiri sono stati canonizzati da Giovanni Paolo II in una solenne cerimonia nel 2000, durante il Grande Giubileo.

Martirologio Romano: Santi Cristoforo Magallanes, sacerdote, e compagni, martiri, che in varie regioni del Messico, perseguitati in odio alla fede cristiana e alla Chiesa cattolica, per aver professato Cristo Re ottennero la corona del martirio.

Ascolta da RadioRai:
  

I primi anni del XX secolo sono anni difficili per la Chiesa messicana. Nel 1917 il presidente appoggia l’entrata in vigore di una nuova Costituzione ispirata a principi anticlericali. I vescovi immediatamente si oppongono, ma ottengono solo di causare una reazione forte e violenta da parte del governo.

La persecuzione della Chiesa messicana
Cambia il presidente, ma non cambia la situazione, anzi peggiora, se possibile. Il 31 luglio 1926, per la prima volta dopo 400 anni, viene sospeso il culto pubblico in tutte le chiese del Paese e il clero cattolico inizia a essere vessato. Siamo di fronte a una vera e propria persecuzione. I sacerdoti stranieri vengono espulsi, le scuole private d’ispirazione cattolica vengono dichiarate fuori legge e chiuse, abolite anche molte opere benefiche facenti capo alla Chiesa. Il popolo, però, non può stare a guardare. Il laicato messicano si organizza in una formazione chiamata Lega in Difesa della Libertà religiosa; chiede il sostegno dei sacerdoti, ma questi preferiscono una soluzione pacifica. Presto la situazione degenera e si arriva alla lotta armata.

Il “movimiento cristero”
È conosciuta con questo nome la guerra civile che scoppia in questi anni: a portarla avanti sono i fedeli che vogliono difendere a ogni costo la propria libertà religiosa, cercano più volte l’appoggio dei loro pastori, ma ottengono solo il consenso a una resistenza pacifica. Alcuni sacerdoti lasciano le parrocchie, altri ancora sono del tutto ostili al movimento. La maggior parte, pur dissociandosene, non può abbandonare la sua gente e si prodiga per curare le anime: è il caso di Cristobal Magallanes.

Cristobal Magallanes, il sacerdote di tutti
Nasce a Totiche presso Guadalajara nel 1869, Cristobal, da una famiglia di contadini da cui impara a pregare il Sacro Cuore di Gesù e la Madonna del Rosario. Entrato in seminario, viene ordinato sacerdote nel 1888, diventa parroco del suo villaggio natale; apre una missione ad Azqueltán, tra gli indigeni Huicholes, che mira a evangelizzare, fonda diverse scuole, un ospizio per orfani e una casa di riposo per anziani. Forte della propria devozione a Maria, tiene alla divulgazione della preghiera del Rosario, ma predica anche il distacco dai beni materiali e si adopera per il miglioramento del tenore di vita dei suoi concittadini. Ma è alle vocazioni sacerdotali che rivolge sostanzialmente la sua predicazione: quando viene chiuso il seminario a Guadalajara, fonda nella sua parrocchia un piccolo seminario per la preparazione dei futuri sacerdoti.

Il martirio con 24 compagni
Quando si diffonde il “movimiento cristero”, Cristobal non aderisce. Respinge categoricamente l’uso della violenza, ricordando come né Gesù né gli Apostoli vi abbiano mai fatto ricorso. L’unica arma della Chiesa è la Parola di Dio: Cristobal ne è convinto e lo scrive anche in un articolo sul giornale. Ma non abbandona la sua gente. Per questo all’alba del 21 maggio 1927 viene arrestato dall’esercito federale e accusato di sostenere la ribellione, ma in realtà viene condannato a morte per il solo fatto di essere un sacerdote. Quattro giorni dopo viene fucilato a Colotlán, assieme a 24 compagni.

(Vatican News)

 


 

Nel 1917 venne promulgata in Messico una nuova Costituzione, ispirata a principi anticlericali, firmata dal presidente Don Venusiano Carranza. Da essa ebbe origine una fase di violenta persecuzione religiosa. L’episcopato messicano espresse la sua contrarietà alla nuova legge fondamentale della nazione, provocando però in tal modo una forte reazione da parte governativa.
Dal 1926 in avanti, sotto la presidenza di Don Plutarco Elìas Calles, la persecuzione si fece ancor più violenta con l’espulsione dei sacerdoti stranieri, la chiusura delle scuole private e di alcune opere benefiche.
I laici messicani costituirono un’organizzazione denominata Lega in Difesa della Libertà Religiosa, che proclamò: “Deploriamo la guerra, ma la nostra dignità oltraggiata e la nostra fede perseguitata ci obbliga a correre per difenderci sullo stesso campo su cui si sviluppa l’attacco”.
Il popolo non poté resistere alle privazioni religiose che il boicottaggio portava, cosicché decise di difendere la propria libertà religiosa, senza il diretto intervento del clero, per mezzo delle armi. Ebbe così inizio la guerra civile, meglio conosciuta in Messico come “movimiento cristero”.
Questo movimento non fu dunque promosso dalla gerarchia ecclesiastica, bensì dal mondo laicale, che cercò comunque l’appoggio dei propri pastori, anche se generalmente il clero accettò di sostenere esclusivamente la resistenza pacifica. Alcuni sacerdoti furono ostili al movimento, altri abbandonarono le parrocchie, qualcuno di essi furono invece attivamente favorevoli a questo e presero parte persino ai combattimenti.
Infine, bisogna però dire che preferirono prodigarsi nella cura delle anime del gregge loro affidato, pur essendo ben consci di rischiare la vita: è questo il caso dei 25 martiri che furono canonizzati il 21 maggio 2000, in pieno anno giubiliare, da Papa Giovanni Paolo II in piazza San Pietro. Inoltre altri 14 vittime della medesima persecuzione soto state beatificate tra il 1988 ed il 2005 nel corso di tre cerimonie. Infine per altri 7 Servi di Dio è ancora in corso il processo per il riconoscimento del loro martirio.
I 25 santi martiri messicani (Cristoforo Magallanes Jara e 24 compagni), per volontà di Giovanni Paolo II, entrarono subito dopo la canonizzazione nel Calendario Romano al 21 maggio con il grado di “memoria facoltativa”. Il Martyrologium Romanum commemora invece i diversi santi e beati separatamente, ciascuno nell’anniversario del martirio.

Per maggiori informazioni sui singoli personaggi, rimandiamo alle singole schede loro dedicate nel giorno della festa:

90018Cristobal Magallanes Jara, Sacerdote, 25 maggio
90112Roman Adame Rosales, Sacerdote, 21 aprile
90113Rodrigo Aguilar Aleman, Sacerdote, 28 ottobre
90114Julio Alvarez Mendoza, Sacerdote, 30 marzo
90115Luis Batis Sainz, Sacerdote, 15 agosto
90116Agustin Caloca Cortes, Sacerdote, 25 maggio
90117Mateo Correa Magallanes, Sacerdote, 6 febbraio
90118Atilano Cruz Alvarado, Sacerdote, 1 luglio
90119Miguel De La Mora De La Mora, Sacerdote, 7 agosto
90120Pedro Esqueda Ramirez, Sacerdote, 22 novembre
90121Margarito Flores Garcia, Sacerdote, 12 novembre
90122Jose Isabel Flores Varela, Sacerdote, 21 giugno
90123David Galvan Bermudez, Sacerdote, 30 gennaio
90124Salvador Lara Puente, Laico, 15 agosto
90125Pedro de Jesus Maldonado Lucero, Sacerdote, 11 febbraio
90126Jesus Mendez Montoya, Sacerdote, 5 febbraio
90127Manuel Morales, Laico, 15 agosto
90128Justino Orona Madrigal, Sacerdote, 1 luglio
90129Sabas Reyes Salazar, Sacerdote, 13 aprile
90130Jose Maria Robles Hurtado, Sacerdote, 26 giugno
90131David Roldan Lara, Laico, 15 agosto
90132Toribio Romo Gonzalez, Sacerdote, 25 febbraio
90133Jenaro Sanchez Delgadillo, Sacerdote, 17 gennaio
90134David Uribe Velasco, Sacerdote, 12 aprile
90135Tranquilino Ubiarco Robles, Sacerdote, 5 ottobre


Autore:
Fabio Arduino

______________________________
Aggiunto/modificato il 2006-11-15

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati