Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione G > San Gummaro (Gummario) Condividi su Facebook Twitter

San Gummaro (Gummario)

11 ottobre

† Nivesdonck, Belgio, 11 ottobre 775

Martirologio Romano: Presso Lier in Brabante, nell’odierno Belgio, san Gummario, che, soldato devoto a Dio, costrú in questo luogo con i suoi beni un oratorio, dove fu poi deposto.


La sua vita ci è nota da una biografia in prosa e da un’altra in versi; la prima fu redatta forse da un monaco di Deurne (Anversa), alla fine del secolo XI; la seconda sembra egualmente essere di quell’epoca; tutte e due si ispirano alla tradizione orale.
Gummaro, nato a Emblehem presso Lierre, sarebbe vissuto alla corte di Pipino il Breve, con cui partì per la guerra. Durante la sua assenza la moglie avrebbe maltrattato la servitù ma, dopo il suo ritorno, Gummaro riparò questi torti e condusse una vita assai pia, ritirandosi spesso in una cappella, fattasi costruire nei pressi dei suoi domini.
Sarebbe morto l’11 ottobre 775 a Nivesdonck, che si chiamerà più tardi Lierre, dove fu sepolto e venerato. Acquistò una grande reputazione di taumaturgo, non solo nelle province di Anversa, di Fiandra e Brabante, ma anche nel resto dei Paesi Bassi.
Nel Martirologio Romano la sua festa è fissata all’11 ottobre.

Autore: Albert D’Haenens


ICONOGRAFIA
I sigilli del capitolo di Lierre ci danno le più antiche rappresentazioni di Gummaro, scelto come cavaliere tipo delle crociate, mentre regge lo stendardo crociato. Due secoli più tardi un incunabolo Dits die excellente cronike van Brabant, riproduce il cavaliere, ma trascura il cavallo. Alla fine del Medioevo, appare raffigurato in modo del tutto diverso: il nobile signore, grande proprietario terriero, non più il soldato, con un grande mantello d’ermellino ed il berretto merovingio.
Nella mano sinistra ha spesso un paio di guanti, attributo della proprietà terriera; nella destra ha il bastone del pellegrino che, infitto nel terreno, fa zampillare una sorgente miracolosa. Vicino a lui è visibile l’albero, che ha abbattuto e che rivive nell'armamento della cintura. E' questo il soggetto delle bandiere di pellegrinaggio (dopo il 1610), delle immagini di devozione e delle incisioni che ne illustrano le litanie e la biografia popolare, cosa che si può dire anche per le medaglie e le urne.
Le «bandierine di pellegrinaggio» erano di forma triangolare e le immagini impresse, prima su carta, poi su tela, rappresentavano il santo venerato, il santuario a lui dedicato e diverse scene della sua vita e miracoli. Le dimensioni erano generalmente di trentacinque centimetri di larghezza e venti centimetri sul lato maggiore. Queste bandierine erano rette da un piccolo bastone di circa cinquanta centimetri di lunghezza e venivano fissate dai pellegrini sui loro cappelli o in testa ai cavalli, mentre ora sono poste sui veli, le moto e le automobili. Le più antiche risalgono alla fine del XV secolo, ma l’usanza è anteriore a questa data, come viene provato dai quadri dei nostri grandi pittori.
Il loro attuale uso è circoscritto ai paesi fiamminghi ed alle regioni limitrofe: Olanda del Sud, la regione di Cologne e la Fiandra francese.
La cattedrale di Anversa possiede una opera di Artus Quellin il Vecchio (1668) in cui Gummaro è rappresentato come un centurione romano dal manto d’ermellino. Nella collegiata di Lierre si trova un’altra statua, di R. Colyns de Nole (1636), creduta a torto di san Gummaro, che rappresenta in realtà san Bavone di Gand. La stessa chiesa ospita una vetrata del 1475, opera di R. Keldermans, in cui san Gummaro appare in compagnia dei santi Pietro, Francesco e Rombaudo.

Autore: Karel van den Bergh
 


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

______________________________
Aggiunto/modificato il 2018-03-09

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati